PER LA TUA PUBBLICITA' SULLE NOSTRE FREQUENZE:
0585 777 625 oppure commerciale@contattoradio.it
Ambiente
Rifiuti, dalla Toscana alla Terra dei Fuochi
Scritto da Redazione    Martedì 03 Dicembre 2013 18:37    PDF Stampa E-mail
Notizie - Ambiente
rotte-rifiutiVia libera al decreto Terra dei Fuochi, la zona compresa tra Napoli e Caserta dove per anni sono state interrate illegalmente sostanze tossiche e sono stati bruciati senza controllo cumuli di rifiuti. Oggi, 3 dicembre, il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce il reato di combustione illecita dei rifiuti. A poche ore da questa notizia è intervenuto su Contatto Radio Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, l'associazione che ha promosso una conferenza stampa per presentare il dossier "Le rotte toscane verso la terra dei fuochi".
Le rotte illegali dei rifiuti pericolosi diretti in Campania, tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi dei Novanta, partivano anche dai grandi comprensori industriali della Toscana. Centinaia di tir carichi di rifiuti di ogni genere provenienti da aziende toscane: da Viareggio, Pistoia, Lucca, Pisa, Arezzo, hanno percorso l’autostrada del Sole per concludere il loro viaggio nella Terra dei Fuochi, nelle martoriate province di Napoli e Caserta.  Dal 2002 ad oggi, le indagini per traffico organizzato di rifiuti che hanno coinvolto aziende toscane sono 45, il 20,5% sul totale delle inchieste concluse per lo stesso delitto su tutto il territorio nazionale. 45 indagini che hanno portato a 92 ordinanze di custodia cautelare e alla denuncia di 388 persone, con il coinvolgimento di ben 40 aziende e società toscane; 7 le procure che hanno indagato: Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Siena, Pisa. 
Legambiente, oltre a presentare il dossier, ha indicato le proposte che possono aiutare a riscattare le zone interessate dal disastro ambientale e per far sì che questi traffici illegali non si ripetano più: introduzione nel Codice Penale di altri delitti contro l'ambiente, maggiore assunzione di responsabilità da parte del mondo imprenditoriale e delle pubbliche amministrazioni, rafforzamento delle attività di controllo e l'istituzione, anche in Toscana, di un monitoraggio dei siti di smaltimento come premessa per un programma di bonifica. 
Di fondamentale importanza è l'apporto che i singoli cittadini e imprenditori onesti possono dare denunciando qualsiasi tipo di illegalità e di crimine contro l'ambiente.

ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Legambiente Toscana - Fausto Ferruzza.mp3)Legambiente ToscanaIntervista a Fausto Ferruzza10908 Kb
 
Consorzi di bonifica. A che servono?
Scritto da Redazione    Martedì 26 Novembre 2013 18:45    PDF Stampa E-mail
Notizie - Ambiente

alluvioneNella giornata in cui sono stati resi noti sui mezzi di informazione i nomi dei 13 indagati per l'alluvione ad Aulla (MS) del 25 ottobre 2011, siamo andati a capire meglio che cosa sono e cosa faranno i Consorzi che si devono occupare della manutenzione ordinaria del territorio, quanti soldi avranno e qual'è il punto di vista di chi vive e lavora sul territorio su questi organismi.

Il prossimo 30 novembre, infatti, i contribuenti saranno chiamati a rinnovare, con il loro voto, le cariche dei Consorzi di Bonifica di tutta la Toscana, riformati con legge regionale l'anno passato.

Abbiamo intervistato a questo proposito Andrea Miglioli, imprenditore agricolo della Lunigiana che si candida per Coldiretti nella lista "Ambiente, sicurezza e sviluppo" per il consorzio di bonifica Toscana Nord.


ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (AndreaMiglioli26112013MELTINPOP.mp3)Andrea Miglioli, candidato per il consorzio di bonificaAscolta o scarica l'intervista13862 Kb
 
(t)Riciclo è bello
Scritto da Redazione    Venerdì 22 Novembre 2013 18:55    PDF Stampa E-mail
Notizie - Ambiente

settimnaridrifiutiAnche quest'anno contemporaneamente in tutta Europa tante buone pratiche per la riduzione dei rifiuti, dal 16 al 24 novembre con la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. L'obiettivo è stimolare quanti più soggetti possibile - Enti e Istituzioni nazionali e locali, Autorità territoriali e Pubbliche Amministrazioni, Associazioni e Organizzazioni no profit, Scuole e Università, Aziende e Imprese, Associazioni di categoria, ecc. a mettere in piedi iniziative ed azioni volte alla riduzione dei rifiuti, a livello nazionale e locale, nei giorni dal 16 al 24 novembre 2013.
A questo proposito, abbiamo ospitato in studio Camilla Piccinini, del Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori (LU) e Silvia Nicoli, dell'Associazione GAMS - Giovani Architetti Massa-Carrara, che ha curato l'evento (T)riciclo, in programma a Massa per sabato 23 novembre.A questo proposito, abbiamo ospitato in studio Camilla Piccinini, del Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori (LU) e Silvia Nicoli, dell'Associazione GAMS - Giovani Architetti Massa-Carrara, che ha curato l'evento (T)riciclo, in programma a Massa per sabato 23 novembre.
Una giornata dedicata all’educazione, alla sensibilizzazione, al riutilizzo e alla buone pratiche verso la riduzione dei rifiuti, che toccherà i temi del riuso e raccolta differenziata, la selezione e riciclo dei vari materiali. Camilla Piccinini aiuterà ad analizzare la qualità e quantità dei rifiuti della vita quotidiana, ad esempio per la preparazione di un pasto elaborato o per il cambio di un bebè, e verranno valutate le materie di largo acquisto e consumo anche rispetto all’impatto che i loro residui (contenitori e imballaggi) hanno sull’ambiente.
Per maggiori informazioni visitate il blog del GAMS e l'evento dedicato su Facebook.


ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (GAMS TRICICLO.mp3)(T)ricicloIntervista a Camilla Piccinini e Silvia Nicoli14578 Kb
 
Carrara. Un esposto sui lavori post-alluvione
Scritto da Redazione    Martedì 19 Novembre 2013 10:51    PDF Stampa E-mail
Notizie - Ambiente

alluvioneProseguono le polemiche sui lavori post-alluvione nel comune di Carrara (MS), in particolare per ciò che riguarda le zone di Fossone e Battilana. I Comitati che rappresentano i cittadini lamentano che alcuni lavori non siano stati correttamente terminati e che in alcuni casi si stiano ripresentando le situazioni di pericolo che portarono agli allagmenti del novembre scorso.

Ce ne ha riferito Cinzia Chiappini ieri pomeriggio all'interno dello spazio di informazione locale di Meltin Pop


ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (ChiappiniAlluvione18112013.mp3)Cinzia Chiappini sui lavori post alluvione a CarraraAscolta o scarica il servizio3656 Kb
 
La bicicletta, questa sconosciuta
Scritto da Redazione    Giovedì 14 Novembre 2013 18:42    PDF Stampa E-mail
Notizie - Ambiente
Da molti anni la bicicletta è tornata alla ribalta, non solo per gli appassionati delle gite fuori porta domenicali, ma si sta guadagnando l'attenzione anche dalle amministrazioni comunali e viene inserita con molto successo in progetti di piani di trasporto urbano. Pensiamo al nord Europa o a regioni italiane come l'Emilia Romagna, dove da anni si portano avanti politiche per una sempre maggiore copertura di territorio con piste ciclabili, aree verdi, percorsi turistici e bike sharing.
Tutte proposte attuabili con spese contenute anche in una città come Carrara, sostiene Riccardo Canesi, fondatore dell'associazione A ruota libera Apuo-lunense che propone un incontro aperto ai cittadini ed amministratori locali in cui si discuterà dello stato (critico) della ciclabilità nel comune apuano e nell'intera provincia.
L'incontro si terrà nella Sala di rappresentanza del Comune di Carrara alle ore 16:30
biciDa molti anni la bicicletta è tornata alla ribalta, non solo per gli appassionati delle gite fuori porta domenicali, ma si sta guadagnando l'attenzione anche dalle amministrazioni comunali e viene inserita con molto successo in progetti di piani di trasporto urbano. Pensiamo al nord Europa o a regioni italiane come l'Emilia Romagna, dove da anni si portano avanti politiche per una sempre maggiore copertura di territorio con piste ciclabili, aree verdi, percorsi turistici e bike sharing.
Tutte proposte attuabili con spese contenute anche in una città come Carrara, sostiene Riccardo Canesi, fondatore dell'associazione A ruota libera Apuo-lunense che propone un incontro "La bicicletta, questa sconosciuta", aperto ai cittadini ed amministratori locali in cui si discuterà dello stato (critico) della ciclabilità nel comune apuano e nell'intera provincia.
L'incontro si terrà venerdì 15 novembre nella Sala di rappresentanza del Comune di Carrara alle ore 16:30

ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Riccardo Canesi - A ruota libera.mp3)A ruota liberaIntervista a Riccardo Canesi8383 Kb
 


Pagina 5 di 8

CONTATTO RADIO

Sede legale, amministrazione, redazione e studi:
Via Loris Giorgi 3 - 54033 - Carrara (MS) - ITALY

Materiale promo audio e riviste:
c.a: Simone Lazzaroni

Telefoni: (+39) 0585 777625