PER LA TUA PUBBLICITA' SULLE NOSTRE FREQUENZE:
0585 777 625 oppure commerciale@contattoradio.it
Cultura
Maschera Gialla: Intervista a Davide Caporali
Scritto da Redazione    Giovedì 04 Settembre 2014 17:55    PDF Stampa E-mail
Notizie - Cultura

maschera_gialla2Ci sono i superpoteri, c'è una maschera per nascondere la propria identità, ci sono gli arci nemici. Questi sono gli ingredienti per un buon fumetto supereroistivo, e li troviamo tutti in Maschera Gialla, il personaggio nato dalla fantasia di Davide Dado Caporali.

Dado è stato ospite ai microfoni di Contatto Radio per parlarci del suo ultimo albo, "Fuoco di Paglia" edito dalla Shockdom. Ascoltate l'intervista per saperne di più.

Davide sarà a Carrara il 6 settembre alla fumetteria Heavybolter per una presentazione.


ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (dado maschera gialla intervista.mp3)Intervista a Dado, autore di Maschera GiallaAscolta o scarica il file4936 Kb
 
L'Africa è tutta un film
Scritto da Redazione    Mercoledì 03 Settembre 2014 18:12    PDF Stampa E-mail
Notizie - Cultura
Il cinema si riconferma grande protagonista del festival Con-vivere. Nelle giornate della manifestazione, organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, dal 5 al 7 settembre nella città apuana, saranno film e cortometraggi d’eccezione a mostrarci un’Africa dalle mille sfumature, lontana dai luoghi comuni, nella rassegna curata, come ogni anno, da Tilde Corsi. Attraverso il punto di vista privilegiato della cinepresa viaggeremo dal Senegal al Congo al Burkina Faso scoprendo al tempo stesso la vitalità di un cinema che ha dato alla luce alcuni fra i più interessanti registi sul panorama internazionale. La scelta ha privilegiato film che costituiscono pietre miliari nella cinematografia sub sahariana e due cortometraggi di nuove proposte.
La rassegna si terrà anche quest'anno nel Cinema Garibaldi di Carrara.

cineafricano2Il cinema si riconferma grande protagonista del festival Con-vivere. Nelle giornate della manifestazione, organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, dal 5 al 7 settembre nella città apuana, saranno film e cortometraggi d’eccezione a mostrarci un’Africa dalle mille sfumature, lontana dai luoghi comuni, nella rassegna curata, come ogni anno, da Tilde Corsi. Attraverso il punto di vista privilegiato della cinepresa viaggeremo dal Senegal al Congo al Burkina Faso scoprendo al tempo stesso la vitalità di un cinema che ha dato alla luce alcuni fra i più interessanti registi sul panorama internazionale. La scelta ha privilegiato film che costituiscono pietre miliari nella cinematografia sub sahariana e due cortometraggi di nuove proposte. Un cinema di qualità, come ha affermato Tilde Corsi nell'intervista rilasciata a Contatto Radio, che ha avuto grandi riconoscimenti a livello internazionale, ma sicuramente godibile per il pubblico del Festival

La rassegna si terrà anche quest'anno nel Cinema Garibaldi di Carrara. Si comincerà venerdì 5, alle 21.00, con la proiezione del lungometraggio del senegalese Sembène Ousmane dal titolo Moolaade: produzione franco-senegalese del 2004 che, presentata al Festival di Cannes nello stesso anno, si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento Un Certain Regard.

Seguiranno due cortometraggi della cinematografia più recente. Alle 23.00 la pellicola del 2009, ancora franco-senegalese, di Dyana Gaye Saint Louis Blues, Un transport en commun, Gran Premio per il miglior cortometraggio al Dubai film festival. Nuovamente il Senegal sarà al centro dell’ultimo appuntamento della giornata, in programma alle 23.50, in cui incontreremo per la prima volta il cinema di uno fra i più interessanti autori africani: Djibril Diop Mambéty, prematuramente scomparso nel 1998.

Sabato 6 settembre alle 21.00 la rassegna riprenderà alla grande con il classico incontro con l’autore che porterà quest’anno a Carrara il giovane regista fiorentino Clemente Bicocchi. Assieme a lui sul palco del Garibaldi, saliranno la curatrice della rassegna, la produttrice di origini carraresi Tilde Corsi e Idanna Pucci, protagonista del documentario del cineasta dal titolo Africa nera, marmo bianco la cui proiezione seguirà il dibattito.

Di seguito, l'intervista integrale a Tilde Corsi.

 



ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (tilde corsi_convivere 2014.mp3)Tilde Corsi - Curatrice rassegna cinematografica Con-Vivere 2014Ascolta o scarica il file5210 Kb
 
Banda Osiris: "Non fate i musicisti"
Scritto da Redazione    Mercoledì 20 Agosto 2014 16:30    PDF Stampa E-mail
Notizie - Cultura

banda-osirisNon fate i musicisti! Parola della Banda Osiris, che nel libro "Le dolenti note", sottotitolo: Il mestiere del musicista, se lo conosci lo eviti (Edizione Ponte alle Grazie) dà consigli, o meglio, non-consigli a tutti i musicisti e aspiranti tali che volessero seguire le loro orme.
Da questo libro è nato lo spettacolo portato sul palco del Festival della Resistenza "Fino al cuore della rivolta", la sera del 3 agosto, dove tra musica, coreografie spericolate, e una buona dose di ironia, la Banda Osiris ha lanciato il suo messaggio: vivere di musica è difficile, molto difficile, soprattutto in Italia.

Di seguito, l'intervista a Giancarlo Macrì e Roberto Carlone.


ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Banda osiris 2014.mp3)Intervista Banda OsirisAscolta o scarica il file1622 Kb
 
La nazione che non c'è
Scritto da Redazione    Lunedì 18 Agosto 2014 16:19    PDF Stampa E-mail
Notizie - Cultura

MaurizioMaggian"E vado in culo al re con la su' boria", è una frase tratta da un canto di protesta toscano nato durante la prima guerra mondiale che si chiama "E anche al mi' marito tocca andare". Questo è stato anche il titolo del monologo di Maurizio Maggiani, nella seconda serata di Fino al cuore della rivolta, che è iniziato così, proprio con questo canto che ricorda il Generale Cadorna, Caporetto e i tanti soldati italiani morti durante la "grande guerra" che sono stati dimenticati. 
Si parte da qui, passando per Mazzini, il comunismo e il partito repubblicano, la romagna, i preti, fino ad arrivare alla guerra tra Israele e Palestina. 
Un lungo excursus per parlare dell'Italia, della nazione che sarebbe potuta essere ma che ancora, secondo Maggiani, non c'è.



ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Maggiani-2014.mp3)Intervista a Maurizio Maggiani (Fosdinovo 01-08-2014)Ascolta o scarica il file4355 Kb
 
Da Niccioleta a Taranto. La memoria del futuro.
Scritto da Redazione    Giovedì 07 Agosto 2014 16:24    PDF Stampa E-mail
Notizie - Cultura

ascaniocelestiniIntervista ad Ascanio Celestini dopo lo spettacolo "Niccioleta", dal palco di Fino al Cuore della Rrivolta. Un monologo nato da un storia "donata" da Andrea Camilleri, è il racconto di una strage nazista avvenuta il 13 giugno 1944. Una strage di minatori, di cui si sa poco, un massacro dimenticato tra le molte rappresaglie della fine della Seconda Guerra Mondiale.

Una storia poco conosciuta forse perché meno legata di altre alla Resistenza vera e propria. I lavoratori protagonisti della strage, infatti, non lottavano in nome della liberazione dell'Italia dall'invasore fascista, ma per preservare la loro miniera e quindi il loro diritto di continuare a lavorare.

Ai nostri microfoni Celestini parla dello spettacolo, ma soprattutto di memoria, della memoria condivisa, della necessità di creare una "memoria del futuro", che prenda in considerazione anche i drammi moderni, dalle stragi sul lavoro alla guerra in Palestina.



ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Celestini.mp3)Ascanio Celestini a "Fino al cuore della rivolta"Ascolta o scarica il file7564 Kb
 


Pagina 9 di 37

CONTATTO RADIO

Sede legale, amministrazione, redazione e studi:
Via Loris Giorgi 3 - 54033 - Carrara (MS) - ITALY

Materiale promo audio e riviste:
c.a: Simone Lazzaroni

Telefoni: (+39) 0585 777625