PER LA TUA PUBBLICITA' SULLE NOSTRE FREQUENZE:
0585 777 625 oppure commerciale@contattoradio.it
Lavoro


Eaton: sospeso lo sciopero della fame dei lavoratori
Scritto da Redazione WEB    Venerdì 17 Dicembre 2010 18:05    PDF Stampa E-mail
Notizie - Lavoro
Massa - Una bella notizia arrivata in redazione: i lavoratori della Eaton hanno sospeso lo sciopero della fame intrapreso qualche gionro fa.
Aggiornamenti nelle prossime ore.
 
Eaton: sciopero della fame dei lavoratori (ascolta l'intervista). Rossi: "Aderiremo per via legali contro la multinazionale statunitense"
Scritto da Redazione WEB    Mercoledì 15 Dicembre 2010 15:01    PDF Stampa E-mail
Notizie - Lavoro
Lavoratori Eaton in sciopero della fame
Massa - I lavoratori della Eaton di Massa si sono barricati in fabbrica dalle 24 di questa notte, chiudendonsi con un lucchetto, per iniziare lo sciopero della fame; tra di essi ci sono anche 5 sindacalisti. I lavoratori sono intenzionati ad andare ad oltranza fino a quando Eaton non accetterà la proposta del Ministero per lo Sviluppo Economico di sospendere la procedurà di mobilità per i 304 lavoratori e di invitarli al nuovo tavolo di discussione minsteriale previsto per il prossimo 20 dicembre.
Questa volontà è stata confermata nel corso dell'assemblea che si tenuta alle 14 di questo pomeriggio che ha deliberato, inoltre, l'attivazione di un presidio permanente davanti ai concelli dello stabilimento da parte di tutti i colleghi.
In giornata il governatore della Regione Toscana Enrico Rossi ha dichiarato di voler adire a tutte le vie legali possibil nei confronti della Eaton, affinchè si possa arrivare ad una sostanziale modifica dell'atteggiamento sin qui posto in essere dalla multinalzionale statunitense, riferendosi anche al rifiuto della stessa di accettare la proposta del sindaco di Massa Pucci in merito all'acquisizone dell'area industriale coinvolta, per 9 milioni di euro.

Ascolta l'intervista a Luigi Bertolini:


Ascolta il servizio della nostra redazione



 
Carica sugli operai della Eaton
Scritto da Redazione WEB    Mercoledì 17 Novembre 2010 16:02    PDF Stampa E-mail
Notizie - Lavoro
Corteo dei lavoratori Eaton

Oggi pomeriggio gli operai della Eaton per protestare contro il mancato rinnovo della cassa integrazione, si sono mossi per strada e hanno raggiunto il casello autostradale di Massa, dove ad aspettarli hanno trovato le forze dell'ordine. Nel tentativo di forzare il blocco, alcuni manifestati sono stati caricati: un rappresentatnte RSU è finito all'ospedale, altri sono rimasti contusi.

Il blocco dell'autostrada è durato più di un'ora, con i lavoratori in sit in sulle rampe del casello. Sul luogo si è recato il prefetto di Massa Carrara, Giuseppe Merendino che ha iniziato subito a parlare con loro, rassicurandoli che l'operaio ferito, immediatamente trasportato in ospedale, è in buone condizioni. In questi minuti gli operai stanno tornando in fabbrica dove terranno un'assemblea.

"La Eaton è un'azienda metalmeccanica di Massa in Provincia di Massa Carrara che da due anni è in cassa integrazione". Il deputato Idv Fabio Evangelisti ha riassunto all'AgenParl il suo intervento in Aula a Montecitorio sui tumulti avvenuti tra i manifestanti della fabbrica. "Ieri c'è stato un incontro al Ministero del Lavoro in cui sono stati presentati tre progetti alternativi  per poter rioccupare i lavoratori. La presentazione dei progetti permetterebbe di procedere con la cassa integrazione straordinaria che invece termina il 15 dicembre e quindi sarebbero tutti revocati. L'azienda, invece, ieri è stata chiusa e ha mandato soltanto un avvocato in sua rappresentanza. Oggi i lavoratori sono partiti dalla fabbrica, si sono diretti verso l'ingresso dell'autostrada Livorno-Genova e mi hanno telefonato dicendo che sono stati caricati dalla Polizia. Ho chiesto che il Governo riferisse e si informasse e soprattutto dicesse di non caricare anche perchè proprio stamattina a Pisa durante la manifestazione degli studenti sono rimasti feriti due studenti, una ragazza e un ragazzo. Spero che non sia una linea di repressione preventiva su ogni manifestazione di disagio" - conclude Evangelisti.

 
Corso sperimentale dell'ASL1 contro le discriminazioni
Scritto da Redazione WEB    Sabato 19 Settembre 2009 09:05    PDF Stampa E-mail
Notizie - Lavoro
Corso per il personale medico sanitario
Massa Carrara -La Toscana è stata la prima regione in Italia a legiferare sul diritto costituzionalmente garantito di non discriminazione per lesbiche, gay, bisessuali e transessuali (LGBT).

In riferimento alla legge regionale n. 63 del 2004, l’Assessorato regionale al diritto alla salute ha stabilito di affidare all’ Azienda ASL n° 1 il coordinamento di alcune iniziative sperimentali da “esportare” nel resto della Regione Toscana.

Fra queste iniziative è prevista la formazione del personale socio-sanitario circa il rispetto delle differenze di orientamento sessuale e identità di genere, al fine di facilitare una riflessione sulla relazione con gli utenti LGBT che accedono ai servizi.

Per questi motivi, l’Azienda USL 1 di Massa Carrara, organizza un corso di formazione, finanziato dalla Regione Toscana, che si terrà il 21 e 22 Settembre p.v. presso l’Hotel Eden in loc. Cinquale di Montignoso, dal titolo “ Prevenire le discriminazioni determinate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere”.

Il corso è riservato a n. 20 operatori socio-sanitari del territorio (medici, infermieri, amministrativi, assistenti sociali), 10 operatori socio-sanitari appartenenti all’Area Vasta Nord-Ovest e 10 operatori dipendenti della Prefettura di Massa Carrara e della Provincia di Massa Carrara

 


Pagina 12 di 12

CONTATTO RADIO

Sede legale, amministrazione, redazione e studi:
Via Loris Giorgi 3 - 54033 - Carrara (MS) - ITALY

Materiale promo audio e riviste:
c.a: Simone Lazzaroni

Telefoni: (+39) 0585 777625