PER LA TUA PUBBLICITA' SULLE NOSTRE FREQUENZE:
0585 777 625 oppure commerciale@contattoradio.it
Politica
Contro il muro israeliano, ascolta l'intervista a Elisabetta Buttiglione
Scritto da Redazione WEB    Domenica 04 Dicembre 2011 19:02    PDF Stampa E-mail
Notizie - Politica

muro_israeleIntervista a Elisabetta Buttiglione, organizzatrice, in collaborazione con il Comitato Provinciale ARCI Massa Carrara, dell'incontro con Saeed Amireh, un ragazzo di 19 anni del villaggio di Ni'lin in Cisgiordania, che ha raccontato la sua esperienza sulla resistenza non violenta palestinese contro il muro israeliano dell'Apartheid.

Ascolta l'intervista a Elisabetta Buttiglione:


ASCOLTA // SCARICA
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (INTERVISTA_ELISABETTA_BUTTIGLIONE_sito.mp3)INTERVISTA_ELISABETTA_BUTTIGLIONE_sito.mp3Intervista a Elisabetta Buttiglione9732 Kb
 
Acqua, nucleare e guerra: la diretta dalla manifestazione di sabato 26 marzo
Scritto da Redazione WEB    Mercoledì 23 Marzo 2011 11:18    PDF Stampa E-mail
Notizie - Politica

Manifestazione 26 marzo

L'acqua: un affare per pochi, un diritto di tutti.
Il nucleare: un affare per pochi, un pericolo per tutti.
La guerra: un affare per pochi, un dramma per tutti.
Popolare Network seguirà in diretta la manifestazione di sabato 26, indetta a suo tempo per sottolineare l'importanza del referendum sull'acqua come bene pubblico, diventata poi un appuntamento per parlare della paura atomica e - infine - dell'intervento militare contro la Libia di Gheddafi.
Portate la vostra voglia di partecipazione...e la radiolina.
Ascoltate Popolare Network, dalle 15.40 alle 17.30.
 
Addio Francesca Rolla
Scritto da Redazione WEB    Domenica 28 Marzo 2010 16:03    PDF Stampa E-mail
Notizie - Politica
Piazza delle ErbeIn ricordo di Francesca Rolla, scomparsa qualche ora fa.
In centinaia tremavano, avevano paura davanti alla mitragliatrice tedesca, ma di quel tipo di paura che in un attimo si trasforma in razionalità e forza. E’ quello che avvenne alle donne che in prima fila guidarono la rivolta di Carrara del 7 luglio 1944. Lo ha ricordato una delle protagoniste, la novantenne Francesca Rolla, presidente dell’Anpi provinciale di Massa-Carrara, alla presentazione in Consiglio regionale del programma di celebrazioni del 60° anniversario dell’avvenimento che salvò la città dallo sfollamento. “Quando il Comando tedesco ordinò di abbandonare le nostre case, per trasferirci nel paese di Sala Baganza, perché la città era sulla Linea Gotica, decidemmo di opporci pacificamente, ma con tanta decisione –ha detto Francesca Rolla-, radunandoci in piazza delle Erbe. Buttammo all’aria i banchi di verdura e facemmo chiudere i negozi. Quando ci trovammo davanti i militari tedeschi, noi che eravamo in prima fila, capimmo che se avessimo mostrato la nostra paura tutto sarebbe stato inutile e le donne che erano dietro sarebbero fuggite. Allora ci siamo fatte coraggio ed a mani nude ci siamo avventate come belve contro il Comando tedesco, per impaurire i soldati e prenderli alla sprovvista”. Esse acconsentirono ad abbandonare il presidio solo dopo che lo stesso Comando provvide a revocare la precedente disposizione. Fu così che le donne carraresi vinsero la loro battaglia, salvaguardando non solo la propria città ma anche tante famiglie di Massa che dopo lo sfollamento si erano rifugiate da parenti ed amici a Carrara. “Si tratta di un episodio poco conosciuto, ma rilevante a livello nazionale per la storia della Liberazione dal nazi-fascismo –ha detto Enrico Cecchetti, vicepresidente del Parlamento toscano-. Infatti, è un esempio di Resistenza ‘allargata’, come dice il Capo dello Stato Ciampi, della più vasta e spesso sotterranea partecipazione femminile al movimento di opposizione civile alla dittatura ed alla guerra. Quel giorno a Carrara si verificò una forte mobilitazione che spiazzò i tedeschi ed ebbe successo”. Ma la rivolta non fu spontanea, ha raccontato un altro dei protagonisti di quel giorno, il partigiano Ampelio Coppelli (presidente dell’Anpi comunale), in quanto l’ordine di difendere Carrara venne dal CNL. “Anch’io ero in piazza, da una parte, con il compito di rinforzo e di difesa delle donne. Assieme a me, nascosti, c’erano altri partigiani armati. Ma le donne carraresi furono bravissime a resistere da sole, nonostante l’arresto di alcune di loro da parte dei soldati nazisti. Fu una dimostrazione di enorme coraggio presentarsi disarmate davanti alle mitragliatrici del Comando tedesco”. Alla conferenza stampa ha partecipato anche l’assessore comunale Marsiglia Morelli, che ha presentato il programma delle celebrazioni dell’avvenimento, che il 7 luglio si articolerà su due appuntamenti: un convegno su “Donne e guerra, donne in guerra” ed una serata musicale in piazza Gramsci. L’incontro è stato concluso da Mara Baronti, presidente della Commissione regionale delle Pari Opportunità: “Ho ammirazione e riconoscenza per le donne e gli uomini che hanno liberato l’Italia –ha detto- e che hanno fatto una resistenza civile, giorno dopo giorno. Il caso di Carrara è simbolico e ci stimola a continuare le ricerche storiche già avviate sulla Resistenza al femminile”.
 
65° Anniversario dell'eccidio di Castelpoggio
Scritto da Redazione WEB    Martedì 25 Agosto 2009 14:51    PDF Stampa E-mail
Notizie - Politica

Carrara - Sabato 22 agosto 2009 si svolgerà la cerimonia commemorativa del 65° Anniversario dell’eccidio di Castelpoggio. Una strage fatta di continue incursione e rastrellamenti protratti nel tempo. Dal 21 agosto del 1944 per più di 6 mesi 33 innocenti caddero vittime della pazzia nazifascista.

Programma

  • ore  17.30 Chiesa della Natività di Maria - Celebrazione della S. Messa a suffragio delle vittime
  • ore  18.15 Piazza Primo Ricci - Deposizione corona alla lapide che ricorda i Caduti
  • ore 18.30 Piazza Primo Ricci - Orazione del Sindaco Angelo Zubbani
  • ore 18.45 Cimitero del paese - Deposizione corona al monumento ai caduti in guerra
Per ulteriori dettagli sulla strage clicca qui:
http://castelpoggio.typepad.com/il_mio_weblog/2008/04/leccidio.html

 


Pagina 9 di 9

CONTATTO RADIO

Sede legale, amministrazione, redazione e studi:
Via Loris Giorgi 3 - 54033 - Carrara (MS) - ITALY

Materiale promo audio e riviste:
c.a: Simone Lazzaroni

Telefoni: (+39) 0585 777625